L'anello del Monte Ventasso

L'anello del Monte Ventasso
Escursioni

L'anello del Monte Ventasso

Una delle escursioni classiche dell'Appennino reggiano, con partenza dal lago Calamone e arrivo sulla vetta del Ventasso, a 1727 metri. Meta domenicale per tutti, sia il lago, raggiungibile in pochi minuti, che la cima, scalabile attraverso un sentiero semplice. Il percorso scelto prevede tuttavia una strada ad anello, molto impegnativa, sicuramente non adatta a chi soffre del vuoto, anche se ovviamente in tutta sicurezza. La salita parte dalle sponde del lago, dopo aver fotografato un bellissimo gruppo di ninfee, attraverso una bellissima faggeta che ci conduce tranquillamente all'Oratorio di Santa Maria Maddalena, una cosruzione che funge sia da culto che da bivacco di fortuna. Da qui inizia il percorso più ardito, attraverso le rocce a strapiombo dei Denti della Vecchia fino ad arrivare all'anticima del monte, detta Grotta delle Fate. E ora inizia il vero spettacolo; prati fioriti di orchidee e tulipani, il primo spicchio di mare in lontananza, il lago sottostante e le vette del Cusna e dell'Alpe di Succiso a due passi, con la catena appenninica e alpina in lontananza. La vetta (1727 m) è un prato riposante, dalla quale si gode uno spettacolo fantastico. Da lì rimane solo la ripida discesa verso il lago, tra prati e boschetti, per quello che è il sentiero ususalmente utilizzato dai gitanti domenicali.  

Attenzione: non adatto a chi soffre del vuoto, ma sentiero affrontabile tranquillamente e senza alcun pericolo.

Durata circa 4 ore
Distanza circa 6 km
Dislivello 390 m

Per maggiori informazioni o per richiedere un'escursione personalizzata clicca qui